vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Studio degli effetti della dieta sull’invecchiamento

Responsabili Prof. Claudio Franceschi, Dr.ssa Miriam Capri, Dr. Stefano Salvioli, Dr. Alberto Bazzocchi; Prof. Romeo Canini; Prof. Giuseppe Battista

Tutti i dati presenti nella letteratura scientifica suggeriscono che il fenomeno dell’infiammazione cronica, tipico dell’invecchiamento (inflamm-ageing), e che sta alla base di numerose patologie età-associate, può essere contrastato e rallentato attraverso cambiamenti nella dieta. Nell’ambito del Progetto Europeo “NU-AGE” vengono reclutati e studiati soggetti dai 65 ai 79 anni per verificare l’effetto di una dieta mediterranea arricchita specifica per gli over65. Fra i vari parametri che vengono valutati vi è la composizione corporea mediante DXA, e, in collaborazione col Dipartimento Ricerche della Nestlé (Lausanne, Switzerland) e con il gruppo della Prof.ssa Brigidi (Dip. Farmacia e Biotecnologie, Bologna) viene studiata la metabolomica del siero e delle urine di queste persone. Indagini socio-economiche sui determinanti di food choice negli anziani vengono eseguite in collaborazione col Dr. Mazzocchi del Dip. di Scienze Statistiche (Bologna).